Incontrare la voce by Guido Bocci

Incontrare la voce

By Guido Bocci

  • Release Date: 2011-10-08
  • Genre: Arti e discipline linguistiche
Download Now
The file download will begin after you complete the registration. Downloader's Terms of Service | DMCA

Description

Un prezioso manuale per tutti coloro che desiderano avere davvero il controllo della propria voce ed imparare ad usarla nella maniera migliore nelle più svariate delle occasioni: per una conferenza, per una intervista, per affascinare qualcuno, nelle conversazioni di lavoro e di tutti i giorni. E se fra i lettori c'è qualcuno con il sogno di fare l'attore o l'attrice la lettura di queste pagine è indispensabile. Scrive fra l'altro l'autore nell'Introduzione: "Coloro i quali della parola ne facciano arte o mestiere dovrebbero saper sfruttare fino in fondo le componenti espressive del linguaggio che usano istintivamente, cioè: colore, tono, volume, ritmo, mordente con partecipazione, chiarezza, incisività e naturalezza. La voce è un irresistibile strumento di seduzione, diciamo pure il primo strumento di seduzione, nonché uno dei più potenti, poiché unisce il corporeo all’incorporeo, il fisico ai pensieri. Con il solo aiuto delle corde vocali si possono fare tante e poi tante conquiste, magari al riparo di una cornetta del telefono. La voce fredda o avvolgente, tenera o aggressiva è pur sempre lo strumento più espressivo, ammaliante e inconfondibile... Parlare, recitare, declamare, cantare è un’arte che nasce anche per puro istinto, ma se non è sostenuta e controllata da una tecnica può deviare in difetti, cattive abitudini, vizi del fiato, perciò essa deve basarsi su una sicura tecnica della respirazione e fonazione. Quando tale tecnica sarà diventata una seconda natura e automatico il giusto respiro, l’attore, il conferenziere, l’avvocato, il prete, il sindacalista, avrà la capacità di abbandonarsi all’ispirazione e la sua “arte” potrà dirsi veramente tale, poiché “l’arte vera nasconde lo studio sotto l’apparenza del naturale; senza naturalezza non vi è arte ma artificio”.

Guido Bocci ha frequentato corsi accademici di formazione teatrale ed ha fatto parte di compagnie in ruoli brillanti e drammatici. È poi passato alle tecniche dello spettacolo (corsi professionali al Maggio Musicale Fiorentino), alla regia (testi di Wilder, Calvino, Pirandello, Tozzi, Goldoni, Wilde, ed altri) e all'insegnamento (logopedia della parola). Recentemente si è dedicato alla dizione della poesia classica e contemporanea, nonché nell'inconsueto settore del "melologo", poesia recitata con accompagnamento musicale. Per oltre 20 anni ha realizzato spettacoli con l’opera poetica del Prof. Mario Luzi

keyboard_arrow_up